Messenger e la rivoluzione dei pagamenti. Tra poco anche in Italia

messenger-pagamenti

Pagamenti tra amici via Messenger. Prima o poi doveva succedere, ed è successo. Già possibile da più di un anno negli Stati Uniti, da pochi giorni in alcuni Paesi europei, presto anche in Italia.

 

GLI AMICI POTRANNO REGOLARE LE SPESE COMUNI VIA CHAT

Sarà Messenger, il popolare servizio di chat collegato Facebook, a consentire in modo semplice e veloce, tramite una piccola iconcina da cliccare, di effettuare pagamenti tra gruppi di amici. Un regalo, una vacanza, il cinema, il ristorante… Tutte quelle spese che spesso, per un motivo o per un altro, vengono effettuate “in gruppo”, potranno essere regolate via chat. Oppure si potrà saldare un prestito con un amico, rimasto in sospeso da tempo: non ci saranno più scuse valide per rimandare.

 

NIENTE DI NUOVO, MA GRAZIE A MESSENGER SI ESCE DALLA NICCHIA
messenger

Grazie anche al traino di Facebook, Messenger è tra le applicazioni più utilizzate

Certo, potrebbe obiettare qualcuno, un servizio utile ma sono ormai numerose le applicazioni che offrono questa possibilità. Vero. Ciò che però andrebbe aggiunto è il fatto che Facebook ha 1,79 miliardi di utenti nel mondo, 28 milioni in Italia. È l’applicazione più utilizzata nel nostro Paese, seguita, guarda un po’, proprio dallo stesso Messenger.

Ciò significa che se questo servizio non può essere considerato una novità tout court, grazie al pagamento friend-to friend di Messenger potrebbe diventare una consuetudine. Non sarà più appannaggio di una nicchia perché sarà attivo su un’applicazione già molto diffusa e conosciuta. Una differenza di non poco conto.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.