Riello è tutta americana, ceduta l’ultima quota dello storico gruppo veronese

riello-caldaie-ettore

Riello, la storica azienda veronese di caldaie, non ha più nulla di italiano. La multinazionale americana Utc detiene ora l’intero capitale.

 

DUE ANNI FA LA CESSIONE DEL 70% DELLE QUOTE

Il passaggio di controllo, con la cessione del 70 per cento delle quote, per la verità era già avvenuto due anni fa, proprio in questi giorni. Ettore Riello, ultimo discendente della dinastia, aveva però conservato una fetta ingente del suo gioiello, pari al 30 per cento. Troppo difficile forse sopportare una separazione totale in un’unica soluzione.

 

LA COMMOZIONE DELL’ULTIMO DISCENDENTE DELLA FAMIGLIA RIELLO

ettore-riello

Ettore Riello ha ceduto l’ultimo trenta per cento di quote del gruppo attivo da anni nel campo delle caldaie

Ora però i tempi sono evidentemente diventati maturi e anche l’ultima parte dello storico gruppo è passata di mano. Di italiano rimane il nome, ma le decisioni saranno tutte prese all’estero.

Per un’azienda storica come la Riello, protagonista dell’economia di questo territorio, si tratta di un passaggio dai forti connotati simbolici. Lo stesso Riello non ha nascosto la sua emozione al giornalista del Corriere del Veneto: «Passo per un personaggio duro e crudo, ma sono anche un sentimentale. Non escludo che mi scappi una lacrima», ammette.

 

DITO PUNTATO CONTRO LE BANCHE: CI HANNO COSTRETTO A LASCIARE

Il vecchio leader spiega anche i motivi all’origine della decisione. «I problemi del gruppo sono stati di natura finanziaria». Per poi puntare il dito contro chi, secondo lui, non ha agito come avrebbe dovuto. «Sono stati gli istituti di credito che ci hanno costretto a lasciare, praticando tassi altissimi nei confronti del sottoscritto».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.