Sara Gama, la calciatrice che supera le barriere. E Barbie la celebra come modello per la Festa della donna

sara-gama-donne-juventus-barbie

Ci sono tanti modi per celebrare l’8 marzo. Barbie ne ha scelto uno che merita senz’altro molta attenzione.

BARBIE HA INDIVIDUATO 17 MODELLI DI DONNA A CUI ISPIRARSI

Il brand della bambola più famosa al mondo ha deciso di puntare (trasformandole in novelle Barbie) su 17 donne di ogni parte del mondo, del presente e del passato, e attive in settori molto diversi tra loro, ma accomunate dal fatto di essere più che degne rappresentanti del gentil sesso.

Veri e propri simboli di femminilità moderna. Modelli positivi a cui le generazioni più giovani possono, e farebbero bene, a ispirarsi.

 

«RICORDIAMO ALLE BIMBE CHE POSSONO ESSERE TUTTO CIÒ CHE VOGLIONO»

sara-gama-barbie-donna

La Barbie con le fattezze della calciatrice italiana Sara Gama, capitano della Juventus e della Nazionale

«La missione di Barbie è quella di ispirare il potenziale infinito che c’è in ogni bambina. È per questo che renderemo omaggio a tantissimi modelli d’ispirazione femminili in occasione della Festa Internazionale della donna: sappiamo bene che non puoi essere ciò che non vedi. Le bambine hanno sempre giocato a ricoprire ruoli differenti e intraprendere carriere di ogni tipo insieme a Barbie e siamo entusiasti di poter puntare i riflettori su modelli d’ispirazione femminili della vita reale, che ricordino alle bambine di poter essere tutto ciò che desiderano», spiega Lisa McKnight, vice presidente e general manager di Barbie.

Per celebrare le donne che hanno superato ogni possibile confine nei loro rispettivi settori, Barbie ha dato vita al programma Shero, creando una bambola Ooak (One of a kind) con le loro sembianze.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.