ReadyToLunch, i piatti per astronauti ora arrivano sulla Terra: è la schiscetta del futuro?

Altro che ristorante stellato: stavolta il cibo viene direttamente dallo spazio. Ed è pronto per il pianeta Terra: c’è solo da aprire una confezione e gustarselo. Si chiama ReadyToLunch (un gioco di parole tra il pranzo inglese e la formula “ready to launch”, pronti al lancio) ed è un brand italiano creato da Argotec, azienda di ingegneria aerospaziale di Torino che si occupa di ricerca, innovazione e sviluppo. Sotto quel nome ha fatto confluire anni di ricerche sul cibo destinato agli astronauti: lo hanno mangiato Luca Parmitano, Samantha Cristoforetti, «con cui – raccontano – abbiamo avuto la vera svolta» e Paolo Nespoli. Così hanno creato una linea di piatti nati per chi sta nello spazio. Ma ora vogliono portarli sulle tavole degli italiani. Su questo pianeta.

 

READYTOLUNCH, PIATTI SANI DALLO SPAZIO ALLA TERRA
Le buste con i piatti pronti di ReadyToLunch

Le buste con i piatti pronti di ReadyToLunch

«Sono piatti sani e buoni – ci spiega a Seeds&Chips, la fiera sull’innovazione nel cibo, la Food Commercialization Manager Paola Cane – che non sono liofilizzati, ma termostabilizzati». Vengono cotti in un modo che ne mantiene a lungo le proprietà nutritive e allo stesso abbatte i batteri. Senza alternarne l’aspetto esteriore: nell’insalata di quinoa con sgombro e verdure, «il preferito di AstroSamantha» si distinguono chiaramente tutti gli ingredienti. Non è una pappa.

 

ReadyToLunch produce piatti a base di cereali, proteine e verdure

ReadyToLunch produce piatti a base di cereali, proteine e verdure

«Questo perché i nostri piatti – racconta Paola Cane – oltre a essere biologici ed equilibrati, perché ogni ricetta si basa su un modello della Harvard School of Public Health, servono a dare anche un aiuto psicologico agli astronauti». Immaginatevi di dover passare 6 mesi sulla stazione spaziale internazionale a fare ricerche. La nostalgia dei piatti di casa sarebbe fortissima.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.