Immobiliare: per Moody’s segnali di graduale ripresa

moodys.jpg

Il mercato italiano dell’housing si trova nei primi stadi della ripresa. Lo dice Moody’s in un report pubblicato oggi nel quale spiega come le condizioni macroeconomiche lievemente positive, i bassi tassi di interesse e la bassa leva del debito delle famiglie aiuterà la stabilizzazione dei trend di credito per i titoli garantiti da ipoteche immobiliari nel 2016.

“Stanno emergendo alcuni segnali di ripresa, ma il ritmo cambierà: le richieste di mutuo sono cresciute del 42,5% anno su anno. I pressi delle case sono calati del 19% dal picco registrato nel 2008, ma l’andamento indica che si stanno lentamente stabilizzando” afferma Carole Bernard, vice president e senior analyst di Moody’s.Secondo l’agenzia di rating, negli anni del boom economico, quando il debito è stato innalzato, il mercato immobiliare italiano era più ristretto rispetto a quello spagnolo e irlandese. Le vendite di case private sono cresciute del 6,2% nel secondo trimestre 2015, e anche gli affitti sono in aumento

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.