Terremoto, l’imprenditore Cucinelli ricostruirà la basilica di Norcia

terremoto-basilica-norcia-brunello-cucinelli-umbria-marche

Il terremoto è tornato a scuotere il centro Italia. C’è un’immagine, tra le tante, che ha fatto il giro del mondo, dopo le scosse sismiche di magnitudo di 6.5 che domenica 30 ottobre 2016 hanno colpito l’Umbria e le Marche. Si tratta della foto del crollo della basilica di Norcia. Ma grazie all’aiuto di Brunello Cucinelli e di fondi privati, l’imprenditore perugino del cashmere, la cattedrale di San Benedetto a Norcia verrà ricostruita.

 

TERREMOTO, CUCINELLI RICOSTRUISCE BASILICA NORCIA
grazie all'aiuto di Brunello Cucinelli, l'imprenditore perugino del cachemire, la cattedrale di San Benedetto a Norcia verrà ricostruita grazie a fondi privati

La basilica di Norcia distrutta dal terremoto di magnitudo 6.5 del 30 ottobre 2016

«Anche le calamità hanno un’anima, diceva Aristotele – afferma Brunello Cucinellli – . La terra è materia viva, non può stare ferma. Norcia fu distrutta dal terremoto del 1702. La ricostruiremo come fecero i nostri antenati. E poi trovo straordinario che sia rimasta in piedi la facciata, col il suo rosone e le statue di Benedetto e di sua sorella, Santa Scolastica. Dopo questa catastrofe, anche la regola benedettina ritroverà nuovo slancio».

 

CUCINELLI PER IL MONASTERO BENEDETTINO
grazie all'aiuto di Brunello Cucinelli, l'imprenditore perugino del cachemire, la cattedrale di San Benedetto a Norcia verrà ricostruita grazie a fondi privati

Brunello Cucinelli, fondatore dell’omonima casa di moda italiana nota per la produzione di maglieria pregiata in cashmere

Cucinelli racconta di aver parlato con i monaci, in particolare con il priore Folson Cassian, da tempo suo padre spirituale.: «Sono afflitti. È comprensibile. Si sono salvati perché si erano trasferiti nel monastero fuori le mura. E continuano a ripetere che tutte le chiese sono distrutte». E annuncia: «Suoneremo il requiem quando inaugureremo di nuovo la chiesa e il convento: sono affezionatissimo a questo luogo e avevo aiutato i frati ad allargare le loro cellette, ristrutturare la cucina, imbiancare la sala da pranzo, creare una piccola fabbrica di birra. Glielo avevo promesso prima della quotazione in Borsa: pregate per me e se filerà tutto liscio finanzierò i lavori di ristrutturazione».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.