Allievi (Zurich): welfare aziendale fa bene a impresa e dipendenti

Welfare aziendale al centro del dibattito. All’European HR directors summit, evento organizzato da Business International nelle giornate del 23 e 24 novembre a Milano, una ricerca commissionata dalla compagnia assicurativa Zurich in Italia ha mostrato i benefici degli “employee benefit”, i benefit per i dipendenti.

A presentare questa indagine Marco Allievi, Head of Corporate, Life & Pensions di Zurich in Italia, ed Enzo Risso, direttore scientifico di SWG e docente di sociologia dei processi culturali e comunicativi.

 

WELFARE AZIENDALE PER INCONTRARE I BISOGNI DELLE PERSONE
Lavoro e welfare aziendale: un binomio da approfondire

L’importanza del welfare aziendale

In un contesto sociale in mutevole e costante evoluzione che negli ultimi anni, specie dopo la crisi, ha visto lo “Stato sociale” perdere sempre più terreno, Allievi osserva: «Il welfare statale sta retrocedendo, le persone cercano però comunque, anzi sempre di più, protezione e cura. Il bisogno di sostegno non cala, anzi». Il cosiddetto ruolo dei privati, con le aziende in primissima linea, diventa sempre più centrale.

Enzo Risso, direttore scientifico SWG, ha parlato della ricerca condotta dal suo istituto. Un’indagine che ha visto coinvolte 175 imprese italiane con più di 100 dipendenti. Tra i principali effetti riscontrati, Risso ne ha evidenziati innanzitutto tre: «Il miglioramento del clima aziendale; un miglior senso di appartenenza nei confronti dell’azienda da parte di chi ci lavoro; una diminuzione del turn-over con conseguente riduzione dei costi su formazione e ricerca».

 

IL WELFARE AZIENDALE FA CRESCERE ANCHE IL FATTURATO
welfare-aziendale-allievi-zurich-bimag

Lavoratori in un’impresa meccatronica (NewPress)

Il welfare aziendale incide però anche positivamente sulla crescita dell’azienda stessa, come dimostra un indice di performance economica emerso dalla ricerca. E tutto ciò con un investimento pari al 5% delle spese per il personale. Ma al di là dell’aspetto quantitativo, ovviamente fondamentale, perché è importante il welfare aziendale? Secondo il direttore scientifico SWG Enzo Risso lo è soprattutto «a livello immateriale: il welfare sviluppa legami, crea comunità. È il motore di tutta un’azienda».

Allievi di Zurich conclude mostrando due vie nell’erogazione di employee benefit: «Esistono due modelli: bottom-up (pacchetto di welfare basato su un sistema di ascolto e interazione diretta con i dipendenti) e top-down. In base alla nostra esperienza, è decisamente più efficace il primo». Tra i pregi delle aziende attente alla “cura” dei propri dipendenti secondo il responsabile Corporate, Life and Pensions di Zurich in Italia ce n’è poi un altro: «Le aziende con welfare aziendale sono molto più attraenti».

@BusinessPmi

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.