Dolore al collo da scrivania? La sfida tra due aziende contro il dramma degli impiegati

È uno dei piccolo drammi quotidiani del nostro tempo, di un’esistenza passata a lavorare seduti davanti a uno schermo in posizioni sbagliate, senza muoverci abbastanza: la cervicale, o un generico male al collo, affligge i dipendenti di migliaia di aziende. Sarebbero addirittura il 50% della popolazione, i sofferenti di contratture e dolori cervicali, che vengono curati con una sporadica visita dal fisioterapista o un massaggio e poi tornano, puntuali, a creare disagio. Insomma, la domanda (di una soluzione) c’è, e ora anche l’offerta. Due società si fanno concorrenza su Kickstarter, la piattaforma di crowdfunding più utilizzata del mondo, per provare a risolvere i dolorini che ci rovinano le giornate davanti al computer.

NECKSAVIOUR, PORTATILE E FLESSIBILE
Il Necksaviour, il prodotto di una delle due aziende che stanno raccogliendo fondi online

Il Necksaviour, il prodotto di una delle due aziende che stanno raccogliendo fondi online

Da una parte c’è il «Necksaviour», il «salvacollo», inventato da Wesley Marshall, un fisioterapista inglese con 20 anni d’esperienza che ha già vinto diversi premi: il modello mini della sua idea costa 29 sterline e aveva l’obiettivo di raccoglierne 10 mila, per dare il via ad una produzione massiccia. Il suo “rilassa-collo” flessibile però è piaciuto così tanto da aver ottenuto oltre il 1,700 % del risultato che si erano stabiliti: ha raccolto 177 mila sterline (quasi 200 mila euro) e a gennaio dovrebbe consegnare i primi modelli in tutto il mondo. Servirà davvero? Sfonderà anche in Italia? Difficile prevederlo, ma la concorrenza è già forte.

 

THE NECK HAMMOCK, L’AMACA PER IL COLLO
The Neck Hammock, l'amaca per il collo che si attacca a qualsiasi porta

The Neck Hammock, l’amaca per il collo che si attacca a qualsiasi porta

C’è infatti anche un altro progetto simile che sta ottenendo finanziamenti simili, ha la stessa funzione ma una forma totalmente diversa: si chiama «The Neck Hammock», l’amaca per il collo, un oggetto inventato da un dottore californiano che si attacca a qualunque porta e promette di rilassare la testa e le spalle. Speravano di raggiungere 20 mila di fondi raccolti dai sostenitori della prima ora, invece a due settimane dalla scadenza dell’obiettivo hanno già messo insieme 466 mila dollari: usando la sua invenzione, in 10 minuti al giorno dovremmo stare molto meglio. Ci fidiamo? In tanti lo hanno già fatto. E se migliorare la nostra vita costasse solo una cinquantina di euro, siamo sicuri che non ce ne pentiremmo. La sfida Inghilterra-Usa per chi ci salverà dal male-da-ufficio cronico è già partita. Voi da che parte state?

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.