La Fiat 500 al MoMa di New York (e vince pure un premio)

La Fiat 500 è una delle icone storiche italiane nel mondo. Simbolo del boom economico e poi immagine plastica in movimento del cinema e di alcuni celebri spot. Proprio quest’anno, il 2017, ricorrono i 60 anni dal lancio della prima 500.

Per chi è nato dagli anni ’60 in poi, l’hanno guidata i nostri nonni e genitori. Qualche appassionato collezionista la custodisce gelosamente in qualche garage. Ma per gli italiani, e non solo, questa macchina è molto più di una macchina.

Lo dimostra il fatto che dallo scorso luglio la Fiat 500 è al MoMa, il Museo di Arte Moderna di New York. Uno dei templi dell’arte mondiale. Ma non è tutto.

 

LA FIAT 500 VINCE IL CORPORTATE ART AWARDS 2017

Una Fiat 500 d'epoca

Una Fiat 500 d’epoca

Già, perché non solo la 500 è stata elevata al rango di creazione artistica in uno dei musei più celebri del pianaeta. Ma ha anche vinto un prestigioso riconoscimento: il Corporate Art Awards 2017.

Un premio istituito da diversi attori che vede la partecipazione di decine di aziende da tutto il mondo.

Un’idea che ha al centro la social responsibility, la responsabilità sociale delle imprese. E l’arte è una delle forme più raffinate e importanti.

La motivazione per aver conferito il premio è indicativa. «Aver saputo trasformare la Fiat 500, icona della creatività italiana, in un’opera d’arte di respiro globale».

 

UN’OPERA D’ARTE ITALIANA E POP

Ci sarà magari chi, da purista, storcerà il naso di fronte a questo riconoscimento. L’arte, potrebbe obiettare, è per definizione un qualcosa di fine a sé stesso e non può essere mischiata con un’automobile “di massa”.

Qui ci occupiamo soprattutto di imprese e non di arte o ‘filosofia’ dell’arte. Però, e quel genio di Andy Warhol l’ha mostrato per primo, pensiamo che anche qualcosa di ‘pop’ può elevarsi al rango di opera d’arte.

La Fiat 500 non è stata certo concepita come creazione artistica. Ma la sua storia, l’affetto della gente e in definitiva il successo straordinario di un prodotto l’hanno spinta a entrare al MoMa. Mica male, per un’elegante signora a quattro ruote di 60 anni.

@BusinessPmi

 

 

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.