Con GoGoBus il digitale è un’occasione per le agenzie viaggi

 

GOGOBUS NON È UN SERVIZIO PER SOLI GIOVANI

GoGoBus è infatti agenzia (ha la licenza, requisito imprescindibile per offrire i servizi che offre) e «sta per diventare tour operator», spiega Esposito.  A conferma della bontà del progetto, ARRIVA Italia – Gruppo inglese che nel 2010 è stato acquisito dalla tedesca Deutsche Bahn, diventando uno dei leader mondiali nei servizi di trasporto passeggeri – ha deciso di investire nella startup per lo sviluppo dei servizi di bus sharing in Italia ed Europa. La partnership prevede che Arriva Italia e le sue società operative diventino il partner privilegiato per tutte le manifestazioni e gli eventi.

Qualche numero a un anno e mezzo dall’inizio? «Il 75% degli utenti italiani GGB appartiene a una fascia di età tra i 18 e i 45 anni. Il 56% sono uomini, il 44% donne. Inizialmente il servizio ha registrato un maggiore interesse da parte di studenti e universitari, soprattutto fuori sede. Ma nell’ultimo periodo, il target è diventato molto trasversale, includendo famiglie e bambini, soprattutto per i collegamenti di grande successo con il mare della Liguria da Lombardia e Piemonte». Se abitate a Milano o Torino e questa estate volete farvi una giornata al mare, avete un’alternativa in più. 

@BusinessPmi

 
 
 

TORNA INDIETRO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.