Perché il gol di Cristiano Ronaldo contro la Juve è un inno al lavoro

Cristiano Ronaldo è uno dei due calciatori più forti al mondo. Scegliere tra lui e Messi è davvero impossibile. E forse inutile. Sarebbe come scegliere uno tra due grandi artisti contemporanei.

Durante l’andata dei quarti di Champions League, Cristiano Ronaldo ha schiantato la Juventus nel suo stadio a Torino. Due gol e un assist per un secco 3-0 che, a meno di miracoli, garantisce al Real il passaggio del turno.

Quello che però resterà negli annali e nella memoria collettiva è il secondo gol del campione portoghese. Una rovesciata perfetta, a oltre 2 metri da terra, che fulmina il portiere juventino Gigi Buffon.

 

TALENTO E SUDORE: L’ESEMPIO DI CRISTIANO RONALDO

L'azione che ha portato al gol di Cristiano Ronaldo

L’azione che ha portato al gol di Cristiano Ronaldo

Il calciatore portoghese del Real Madrid ha fatto un gol straordinario, è vero. Ma dietro a quel gol non c’è soltanto un talento cristallino per uno sport. C’è molto altro, di meno appariscente e non meno evidente.

CR7, questo il suo soprannome che è ormai anche un brand che vale decine di milioni di euro, ha 33 anni. Per un giocatore di calcio, un’età già mediamente avanzata. Cr invece fa dell’allenamento e della cura del proprio corpo un’ossessione quasi maniacale. E a 33 anni è ancora in uno stato di forma invidiabile.

Un esempio: a fine partita, Ronaldo quando è a Madrid s’immerge per oltre mezz’ora in una vasca di acqua gelata. Sofferenza ma una mano santa per muscoli e articolazioni.

 

APPARENZA E SOSTANZA POSSONO CONVIVERE

Chi leggesse queste cose, potrebbe pensare che Cr sia un maniaco del lavoro dedito all’ascetismo. Invece no, perché è anche un personaggio social a tutto tondo. Su Instagram a decine di milioni di follower, ha profili sui principali social network e anche una vita mondana tutto sommato piena.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.