Motta torna con un nuovo, divertente spot sul panettone

Motta torna alla ribalta. Con l’avvicinarsi del Natale, un altro dei prodotti più conosciuti dello storico marchio italiano sarà su scaffali e tavole imbandite. E non solo. Perché il panettone è il grande protagonista dell’ennesimo spot fatto di ironia e sarcasmo.

Solo un paio di mesi fa lo spot del Buondì Motta aveva scatenato un vespaio di polemiche e di analisi. Il meteorite che colpiva la papà e la mamma di una bambina bizzosa era un inno al politicamente scorretto. Astraendo da analisi morali, lo scopo dell’azienda era stato centrato. Del marchio se ne parlava su tv, radio, giornali e soprattutto sul web.

 

IL PROTAGONISTA È IL CANDITO DEL PANETTONE MOTTA

Questa volta il grande protagonista è il panettone. Il dolce simbolo di Natale insieme al pandoro e forse un po’ di più. Su milioni di tavole italiane è uno dei must. Imperativi categorici e gastronomici del pranzo in famiglia.

Nello spot qui sopra i creativi di Saatchi & Saatchi Italia hanno però optato per un’altra via. Non più quella della sorpresa e dell’irriverenza un po’ surreale della bambina che invoca asteroidi. Ma una specie di videoclip musicale che ha come protagonista una delle parti più piccole e (da molti) odiate del panettone: il candito.

Ecco, il candito che diventa simbolo di esclusione è così un modo straordinario per riflettere, proprio a Natale, su emarginazioni ed esclusioni. Lo si fa ridendo, è vero, ma lo spot fa comunque riflettere.

 

 

IL MARKETING E LA COMUNICAZIONE DELLE (E NELLE) FESTE 

La bambina dello spot del Buondì Motta è tornata anche in quello del panettone

La bambina dello spot del Buondì Motta è tornata anche in quello del panettone

I pubblicitari avranno riflettuto a lungo su come declinare il messaggio di questo spot. La bambina c’è all’inizio, perché ormai è ‘un personaggio’ a sé. E rifacendo un po’ il verso al precedente spot sul Buondì serve solo come gancio e come lancio.

Il cuore del video è però la vicenda di questo uomo-candito. A cui, umanamente, ci si appassiona pur se ridendo.

Visto che «a Natale siamo tutti più buoni», come recita il modo di dire, il messaggio dello spot e in fondo di compassione e generosità. Vedremo se anche questo farà vendere a Motta più panettoni.

@BusinessPmi

 

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.