Nowave, occhiali anti luce-blu, sono di una startup italiana

Nowave significa niente onda. In che senso? Trascorrere molte ore davanti a uno schermo può provocare diversi problemi. I primi a pagarne le conseguenze sono i nostri occhi che possono ritrovarsi affaticati, stanchi e arrossati.

Questo è dovuto alla luce blu, una luce emessa da tutti i dispositivi tecnologici e dalle lampadine a led. Oltre a essere la causa dell’arrossamento e dell’affaticamento della vista, può rappresentare anche “la miccia” che accende altre problematiche, tra cui mal di testa e insonnia. Nei casi più gravi può portare anche alla maculopatia, una patologia più seria.

Una startup italiana, che vede alla guida Gino Repetto (41 anni, con un’esperienza pluriennale nel settore farmaceutico ed ottico) e Mauro Piras (28 anni, esperto di marketing) ha ideato una soluzione che si propone di risolvere queste complicazioni.

 

OCCHIALI NOWAVE PER CONIUGARE BENESSERE E DESIGN

Alcuni occhiali nowave

Alcuni occhiali nowave

I loro occhiali Anti Luce Blu, UV (99%) e Anti riflesso HMC, infatti, bloccano le onde nocive donando immediato sollievo agli occhi. «L’idea – racconta Mauro Piras co-founder di nowave, che vede 4 persone nel team – è nata per risolvere un problema quotidiano. Riguarda la maggior parte dei professionisti di tutto il mondo: l’utilizzo prolungato di schermi a LED».

Piras spiega anche la genesi del prodotto. «Analizzando il contesto ci siamo accorti che sul mercato mancava un prodotto che unisse qualità dei materiali con un design accattivante e molto ricercato. Un prodotto utile, sicuro e anche piacevole esteticamente, capace di incontrare anche le esigenze di un pubblico attento alla cura del proprio look».

 

 

ECOMMERCE E FILIERA CORTA PER UN PREZZO COMPETITIVO

I clienti nowave sono già 10mila

I clienti nowave sono già 10mila

Aggiunge Piras: «I nostri occhiali, inoltre, hanno un costo finale irrisorio rispetto al prezzo di un’ottica tradizionale. Parliamo di un costo medio pari a 60€. Questo perché sfruttiamo la cosiddetta filiera corta, dato che non ci avvaliamo di magazzini, agenti, ottiche. La nostra distribuzione, infatti, avviene solo online, attraverso il sito web e attraverso il canale Amazon, in tutta Europa. Non ci sono intermediari tra noi ed il cliente, né intermediari a monte tra la produzione e noi».

«Sul mercato – racconta Gino Repetto co-founder di nowave – esistevano già alcune soluzioni, ma i produttori si erano poco concentrati sul design degli occhiali e spesso questi accessori risultavano poco adatti ad essere indossati sul posto di lavoro o in altre situazioni meno formali. Noi, invece, abbiamo scelto di coniugare utilità ed estetica e di dare vita a un prodotto che potesse rispondere anche all’esigenza di un pubblico attento all’estetica e non solo alla parte connessa all’utilità effettiva dell’accessorio».

«Questa linea aziendale che abbiamo sviluppato – continua Gino – ci ha premiato, in quanto abbiamo oltre 10mila clienti. L’80% del fatturato proviene dal mercato italiano, il 15% da quello Europeo e il 5% da un mercato extra UE. Nel mese di giugno 2017 abbiamo aperto anche il primo store monomarca a Genova».

@BusinessPmi

 

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.