Ryanair cambia le regole sull’imbarco dei bagagli a mano

Ryanair cerca un decollo. Il nuovo regolamento sarebbe dovuto entrare in vigore lo scorso 24 ottobre, ma è stata fatta una proroga.

Da lunedì 15 gennaio 2018, però le regole cambiano davvero. E per chi non vorrà pagare i 5 euro aggiuntivi di imbarco prioritario, le cose cambieranno profondamente. Il bagaglio a mano più ingombrante, la classica valigia piccola o trolley, dovrà essere ‘stivato’, come si dice in gergo. 

Il fine ultimo dell’azienda è quello di velocizzare le procedure d’imbarco. Chi ha preso di recente un volo della compagnia low-cost, sa che il problema dell’affollamento da trolley delle cappelliere è frequente.

 

LA NUOVA POLITICA DI RYANAIR PER RICONQUISTARE I CLIENTI

Una valigia al nastro ritiro bagagli Ryanair

Una valigia al nastro ritiro bagagli

Ryanair ha anche però adottato una nuova politica di prezzi e marketing volta a favorire l’imbarco di valige più grandi.  Il costo per imbarcare il bagaglio ‘grande’ è stato abbassato da 35 a 25 euro.

E la bella notizia per chi ha sempre visto come eccessivo il prezzo se rapportato ai 15 chilogrammi di peso massimo concessi è che il limite è stato alzato a 20 chilogrammi.

La compagnia punta così, soprattutto per chi ha in programma vacanze o viaggi che durino diversi giorni, a catturare una nuova fetta di clientela. E ad aumentare i guadagni, oltre a ridurre i tempi d’imbarco (che significa costi inferiori).

 

 

UNA SCOMMESSA AMBIZIOSA E RISCHIOSA

Quella della compagnia irlandese è una mossa che arriva in un periodo turbolento. Non tanto a livello finanziario: gli utili infatti continuano a crescere. Ma, diciamo così, d’immagine e di gradimento.

Le migliaia di voli cancellati hanno fatto infuriare milioni di passeggeri. I problemi sindacali coi piloti e in generale col personale sono stati diversi.

Ecco che questa nuova politica di prezzo e di procedure sull’imbarco vuole essere un modo per dare una svolta. La scommessa è tanto rischiosa quanto ambiziosa.

@BusinessPmi

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.