Traslochi con la sharing economy? Con Traslochino si può

I traslochi per molti rappresentano un vero e proprio incubo. Mobili, scatoloni, oggetti di ogni sorta che si devono spostare da una casa – o un ufficio – a un altro luogo. Oltre alle fatiche e alle difficoltà dell’aspetto logistico, da non sottovalutare c’è anche la componente economica.

Quando ci si rivolge a ditte specializzate, infatti, i costi possono anche lievitare parecchio. La sharing economy, l’economia della condivisione, viene però in soccorso di chi necessita di un aiuto professionale ma non vuole spendere troppo. Traslochino è la piattaforma che mette in contatto le persone che devono traslocare e chi vuole aiutare in cambio di un compenso.

 

 

IL PREZZO DEI TRASLOCHI? NASCE DALL’INCONTRO DI DOMANDA E OFFERTA
Traslochino, la piattaforma digitale per i traslochi

Traslochino, piattaforma digitale per i traslochi

La piattaforma non impone prezzi. L’utente vaglia la gamma di offerte e sceglie in base al prezzo e le peculiarità del servizio. Come guadagna la piattaforma? Come le sue omologhe in altri settori, prendendo una percentuale sulla transazione.

Il progetto ha suscitato da subito molto interesse: Traslochino è una startup giovane. Nasce nell’aprile 2015 all’interno di InnovActionLab, dove i soci fondatori Roberto Dell’Ariccia, Davide De Luca Riccardo Berti  hanno dato vita a questa idea.

Ispirati dall’ascesa della sharing economy e dagli insegnamenti del team di Luiss Enlabs (l’acceleratore di LVenture Group). Online dal 2016, cerca adesso di spiccare il volo.

 

TRASLOCHINO, UN  PONTE DIGITALE PER LE IMPRESE TRADIZIONALI 

Spesso, per traslochi medio-piccoli, ci si rivolge ad amici e familiari che non possono magari aiutare. E qui Traslochino torna utile, proponendo persone vicine e disponibili. I traslochini (questo il nome dei traslocatori iscritti) possono essere sia privati che hanno tempo e voglia di guadagnare sulla piattaforma sia liberi professionisti con furgoni e attrezzature per i traslochi più complicati.

Il vantaggio per i lavoratori privati è un’occasione buona per arrotondare. Per i professionisti e le aziende di traslochi, invece, Traslochino rappresenta un ponte digitale verso potenziali clienti che altrimenti non raggiungerebbero. 

Tutto il meccanismo è sostenuto da uno dei pilastri della sharing economy: il feedback reciproco, uno strumento che permette di premiare i lavoratori migliori e i clienti più cordiali garantendo la sicurezza e la soddisfazione di entrambi.

@BusinessPmi

 

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.