Una spugna di grafene ripulisce l’acqua dal petrolio: un’idea Made in Italy

 

 

IL GRAFENE MANGIA IL PETROLIO NELLE ACQUE

«I test condotti con OMV Petrom – commenta Giulio Cesareo, fondatore e ceo di Directa Plus – confermano ulteriormente il grande potenziale di Grafysorber nella decontaminazione delle acque da idrocarburi, non solo in situazioni di emergenza, ma anche impiegato all’interno di processi industriali. Siamo convinti che questa soluzione possa portare un grande contributo a uno dei maggiori problemi delle aziende dell’Oil&Gas, quello ambientale. Poter decontaminare in modo rapido e poco costoso le acque di produzione dagli idrocarburi è un grande passo avanti per la sostenibilità: ed è questa la direzione in cui intendiamo continuare a impegnarci. I prossimi passi in questo campo saranno l’avvio di una seconda fase di test con OMV Petrom, per arrivare all’impiego sistematico di Grafysorber, nei loro processi e il lancio sul mercato, nel tempo più breve possibile , del sistema di trattamento delle acque di processo sviluppato con Sartec».

@82valentinas

TORNA INDIETRO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.