Viaggiare? Ha senso soltanto se porta una trasformazione interiore

viaggiare

Conoscere nuovi Paesi? Provare esperienze diverse? Oggi non basta più. Chi decide di viaggiare cerca anche qualcos’altro.

 

L’INIZIATIVA DI DUE GIOVANI MANTOVANI

Proprio partendo da queste riflessioni due giovani ragazzi mantovani amanti dei viaggi e delle fotografie, Eleonora Truzzi e Damiano Bonazzi, hanno dato vita a un blog di viaggi dal nome particolarmente curioso: “La via delle scimmie”.

L’obiettivo? «Ispirare tante altre persone alla partenza con un metodo del tutto innovativo».

 

USCIRE DALLA CONFORT ZONE PER PROVARE EMOZIONI NUOVE

viaggiare-trasformazione

Ogni viaggio può rappresentare un’occasione di crescita

Così, dopo aver frequentato fiere di settore e aver collaborato con diversi enti turistici, tour operator e agenzie di viaggi, questi ragazzi sono arrivati alla conclusione che «le persone hanno bisogno di qualcosa in più che le spinga a viaggiare. La filosofia che noi vediamo contenuta nel viaggio è quella di produrre un cambiamento interiore all’interno del viaggiatore che scopre nuove culture, entra in contatto con le popolazioni, esce dalla propria comfort zone per provare emozioni nuove».

 

ANDARE OLTRE IL CONCETTO DEL SEMPLICE TURISMO ESPERIENZIALE

Il viaggio inteso come possibilità di cambiamento. Questo è il messaggio «che vogliamo veicolare con il nostro sito – ribadiscono Eleonora e Damiano –, partire per mete che producano una trasformazione nel viaggiatore, che gli aprano nuovi orizzonti, gli permettano di prendere più consapevolezza della propria vita e del mondo circostante. Va oltre il concetto di turismo esperienziale e diventa un vero e proprio viaggio di trasformazione».

Per raggiungere lo scopo, la coppia ha introdotto anche un servizio di Travel designer con il quale «creiamo itinerari su misura per chiunque sia interessato a provare un’esperienza del genere».

@BusinessPmi

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.