10 errori della raccolta differenziata. Sì scontrini nell’indifferenziato

 

 

Per concludere, quante volte si può riciclare la carta?

Rifiuti (Comieco): 600mila tonnellate di carta ancora nell’indifferenziato

600mila tonnellate di carta finiscono ancora nell’indifferenziato

«Carta, cartone e cartoncino possono, attraverso il riciclo, tornare a nuova vita. Ogni minuto in Italia vengono riciclate 10 tonnellate di macero e ogni fibra mediamente viene utilizzata 3,5 volte. Una scatola avviata a riciclo, mediamente, torna a essere una scatola in meno di due settimane. Certamente, per poter avviare il ciclo del riciclo è prerogativa essenziale una raccolta differenziata di qualità. Basta seguire 10 semplici regole: la carta e il cartone da riciclare vanno gettati negli appositi contenitori; gli imballaggi con i residui di cibo come il cartone della pizza non vanno nella differenziata perché generano cattivi odori e contaminano la carta; gli scontrini devono essere gettati nell’indifferenziato perché fatti con carte termiche che generano problemi nel riciclo; la carta oleata non è riciclabile; i fazzoletti di carta sono anti spappolo, perciò non vanno insieme al resto della carta; non va nella differenziata nemmeno la carta sporca di vernici, solventi o altre sostanze velenose; i materiali non cellulosici come i punti metallici o i nastri adesivi vanno separati dalla carta e dal cartone; le scatole e gli scatoloni vanno appiattiti e compressi per ridurne al massimo il volume; separare sempre le parti plastiche dalla parte in carta prima di gettare l’imballaggio; seguire sempre le istruzioni del proprio Comune perché ognuno ha le sue regole».

@82valentinas

TORNA INDIETRO  >

Pagine: 123

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.