Dal pranzo della domenica allo street food, l’anolino è anche da passeggio

anolino-passeggio-street-food

Sarà anche una moda, ma quella dello street food è una tendenza che ha portato un grande fermento nell’ambito enogastronomico italiano. Dal recupero dei cibi di strada tipici della cultura popolare, fino ad arrivare all’introduzione di piatti di altre culture, lo street food italiano è caratterizzato da fantasia e vivacità e può diventare un mezzo per dare nuova linfa e vita ai prodotti . Un esempio di recupero creativo e fantasioso delle tradizioni è l’idea che è venuta a una storica realtà parmense attiva nell’ambito della gastronomia, che si è inventata l’anolino da passeggio.

BiMag ha incontrato Silvano Romani, titolare del gruppo Errefood  e gli ha chiesto di raccontare il perchè di questa idea e i suoi sviluppi 
 

Come è nata l’idea degli anolini da passeggio?

Silvano Romani anolino da passeggio

Silvano Romani

«L’idea è nata per creare uno street food parmigiano tipico, sostanzioso e diverso dal solito panino. A Parma l’anolino è il cibo del cuore, perché piace a tutti, tutte le famiglie hanno la loro ricetta e i nostri, quelli firmati Silvano Romani, sono stati più volte premiati da una giuria cittadina di esperti gastronomi. Nella nostra azienda 20 cuochi giornalmente producono tutta la gastronomia per i nostri negozi, dall’antipasto al dolce. Non avevamo, quindi, problemi per l’approvvigionamento. e abbiamo provato. Il test è stato fatto nel nostro locale in pieno centro, Degusteria Romani, dove hanno riscosso subito un grande successo».

 

Chi apprezza di più questa novità, i parmigiani o i turisti?

«Tutti, indistintamente, perché è un nuovo modo di somministrare un prodotto della tradizione. Noi abbiamo creato il concetto dell’anolino tutto l’anno, perché lo facciamo anche in versione estiva, asciutto, con pomodorini, mozzarella , olio evo e basilico, anche nel bicchiere. Lo proponiamo durante le principali fiere di Parma, in cui abbiamo uno stand fisso, e durante manifestazioni o feste aziendali o in ogni occasione si debba proporre un tipico cibo in versione street food. La formula piace molto ai turisti e ai giovani».
 
La vostra attività nasce da una bottega storica di Parma, per promuovere e raccontare il territorio c’è quindi bisogno di innovazione e di iniziative come quella degli anolini da passeggio?

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.