Le tabelline? Si imparano con un’app (fatta da una mamma e un papà)

tabelline-app-educative-turutu-bambini

Zofia è una mamma digitale. È nata in Polonia e si è trasferita in Italia quando ha conosciuto Paolo, suo marito, laureato in Ingegneria informatica al Politecnico di Torino. La passione per l’informatica si trasforma in un business nel 2015, con la nascita di loro figlio Gabriele. È in quel momento che nasce anche Turutu, la startup di app educative per bambini (da quelle per imparare le tabelline a quelle per imparare a leggere e contare).

Zofia pensa le app, Paolo le programma. Dal lavoro di squadra sono nati diversi titoli, tutti rigorosamente in multi lingua: italiano, inglese, francese, spagnolo e naturalmente polacco. Genitori vs tecnologia. Bambini digitali vs app e tablet a scuola. Zofia e Paolo raccontano a BiMag limiti e opportunità nel settore delle applicazioni per bambini, compreso l’utilizzo dei tablet nelle scuole.

 

Come dovrebbero essere le app per bambini per essere definite educative?

Le tabelline? Si imparano con un'app (fatta da una mamma e un papà)

Le tabelline? Si imparano con un’app

«I bambini sono nati per giocare! Grazie al gioco, senza sforzo e in modo intuitivo, apprendono, conquistano l’indipendenza e, quindi, crescono. Il nostro compito è dar loro strumenti adatti per stimolarne l’intelligenza, le capacità cognitive, la logica e stuzzicare la loro creatività. Il motore della scoperta è la curiosità, che spinge i bambini alla ricerca di cose nuove. I bambini sono un pubblico molto esigente: le app per attrarre i piccoli devono essere curate molto bene. Necessitano di una interfaccia intuitiva, spontanea, con una grafica colorata e accattivante. L’app educativa permette, per esempio, ai più piccoli di avere un primo approccio giocoso con le lettere dell’alfabeto e numeri, nella propria lingua o anche in altre lingue. L’apprendimento di una o più lingue straniere è sempre più importante e le app educative ne consentono la scoperta in modo facile e divertente. Un altro importante compito delle app educative è quello di aiutare i bambini nell’apprendimento. L’app consente di studiare in maniera nuova, di imparare in modo semplice, di incoraggiare il bambino nel suo percorso didattico e di tracciare i suoi progressi. Nello sviluppo della nostra app Turutu-Tabelline Parlanti abbiamo seguito proprio queste linee guida».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 1234

Bimag QUOTES

1 / 20
2 / 20
3 / 20
4 / 20
5 / 20
6 / 20
7 / 20
8 / 20
9 / 20
10 / 20
11 / 20
12 / 20
13 / 20
14 / 20
15 / 20
16 / 20
17 / 20
18 / 20
19 / 20
20 / 20

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.