Confitarma, Luca Sisto è il nuovo direttore generale

Il consiglio confederale di Confitarma, presieduto da Mario Mattioli, ha proceduto a completare la composizione degli organi confederali.Su proposta del comitato esecutivo, è stata nominata tesoriere Mariella Amoretti, amministratore delegato del Gruppo Amoretti Armatori. Su proposta dei rispettivi presidenti di commissione (Mario Mattioli, ad interim porti e infrastrutture, Beniamino Maltese, finanza e diritto d’impresa, Carlo Cameli, navigazione oceanica, Guido Grimaldi, navigazione a corto raggio, Angelo D’Amato, risorse umane, relazioni industriali e formazione, Lorenzo Matacena, tecnica navale, sicurezza e ambiente) il consiglio ha nominato i componenti delle commissioni tecniche permanenti. Infine, il consiglio ha nominato Luca Sisto direttore generale dal 1° gennaio 2018. Luca Sisto subentra a Gennaro Fiore che, in Confitarma nel 1983, è stato responsabile della politica dei trasporti, ha ricoperto l’incarico di vice direttore generale dal 1998 e poi di direttore generale dal 2003.

Mariella Amoretti, insieme alla sorella Rina Amoretti, è alla guida del gruppo fondato dal padre Odoardo Amoretti che oggi opera con 11 unità tanker a doppio scafo per il trasporto di petrolio e prodotti chimici liquidi che operano soprattutto nel Mediterraneo e nei mari del Nord. Nel 1998 è stata la prima donna armatrice a far parte del consiglio della confederazione Italiana armatori. Luca Sisto, laureato in scienze politiche, è entrato in Confitarma nel 1989; dal 2001 è capo del servizio politica dei trasporti e segretario delle commissioni tecniche di Confitarma per la navigazione oceanica e la navigazione a corto raggio; dal 2016 vice direttore generale. Promotore del Seamaster ha rilanciato l’Istituto Italiano di Navigazione di cui è vicepresidente; è membro del Cims – Comitato interministeriale per la sicurezza dei trasporti marittimi e dei porti.

@franco_metta

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.