Estate da Millennial: studio e lavoro a Londra o Dublino

Lewisham Shopping Center Londra

Studio e lavoro come commessi, questa è l’estate da Millennial. Inghilterra e Irlanda le mete più frequentate dai ragazzi di età compresa tra i 16 e 21 anni che scelgono la formula work trial: una settimana sui banchi di scuola e poi a fare pratica nei negozi di Londra o Dublino, da tre fino a otto settimane, dalle 10 alle 17 con pausa pranzo.

«A differenza dello stage che ho fatto l’anno scorso in Italia, dove ero stata affiancata senza poter fare molto in autonomia, a Londra mi hanno spiegato cosa dovevo fare e ho lavorato per tre settimane di fila», racconta Anna Bisogni, 18 anni, di Buccinasco. Metodo inglese, dunque, quello dell’accountability, della responsabilizzazione.

 

ANNA: ESPERIENZA FANTASTICA TRA SCARPE DA 0,99 STERLINE

Anna Bisogni a Londra per il programma "work trial"

Anna Bisogni a Londra per il programma “work trial”

Rientrata da poche ore in Italia, Anna fa i conti con l’entusiasmo, il mondo del lavoro, la lingua inglese e il domani: «È stata un’esperienza fantastica che consiglierei a tutti sia perché per un mese ho dovuto arrangiarmi praticamente da sola in una nuova città, sia per migliorare nella padronanza della lingua inglese».

Suo posto di lavoro niente meno che uno dei punti vendita di Shoe Zone, il retailer centenario specializzato nella vendita di scarpe: «Le più economiche – spiega indicando sulla mappa di Londra il quartiere Lewisham, a sud-est di Charing Cross – costavano 0,99 sterline, le più care erano degli scarponcini da 35 sterline. In un’area del negozio, chiamata “factory”, c’erano le scarpe rovinate o le ultime taglie, il tutto a prezzi scontati che scendevano di settimana in settimana».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 123

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.