Fare squadra e dialogare con le reti: ecco la ricetta per creare sviluppo

Francesca-Vitelli-EnterprisinGirls-imprenditrici

Fare squadra e dialogare con le reti informali. È la ricetta per creare sviluppo spiegata a BiMag da Francesca Vitelli, presidente di EnterprisinGirls, un network di imprenditrici, libere professioniste e donne impegnate nel terzo settore (al momento sono una cinquantina ma il numero è in forte crescita) nata a Napoli nel novembre del 2014. Quando la rete è immaginata come soggetto istituzionale non funziona: in sintesi, se i network non dialogano e le singole imprese rimangono isolate vengono meno le opportunità. Questa la vera sfida per il futuro.

 

Dott.ssa Vitelli, parola d’ordine è fare squadra. Per creare sviluppo e promuovere il Made in Italy è necessario imparare a dialogare con le reti informali?

Fare squadra e dialogare con le reti: ecco la ricetta per creare sviluppo

Francesca Vitelli, presidente di EnterprisinGirls

«Le reti istituzionalizzate di cui da anni si parla sono rigide, ingessate e seguono logiche superate. Le reti informali nascono dall’esigenza concreta di trovare soluzioni attraverso il confronto e la condivisione di progetti. In una rete informale si bada al risultato e non alle poltrone da occupare perché di queste non ce ne sono, c’è solo tanto da lavoro da fare per imparare a lavorare insieme e gestire la complessità. La vera sfida è questa: gestire la complessità».

 

Enterprisingirl fa dialogare conoscenze, esperienze e patrimoni culturali differenti. Quali valori derivano dall’ascoltare e dare voce al territorio e alle singole storie d’impresa?
«Dietro ogni impresa ci sono le persone con le loro storie, le loro idee e il loro modo di vivere il lavoro. Far conoscere chi c’è dietro un prodotto o un servizio raccontando anche il territorio in cui opera vuol dire promuovere un luogo, una cultura e un modello economico. La globalizzazione spersonalizza e rende anonime le persone che tendono verso una piatta omologazione. Noi lavoriamo per contribuire a un processo di cambiamento culturale nel quale sia importante la personalità, il carattere, la peculiarità e l’unicità».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 123

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.