Italy’s got talent, anche nell’architettura. Albano star in Iran

concept-render-hotel-iran

Design, architettura, passione e internazionalizzazione. Mentre a Milano si aprono le porte del Salone del mobile 2017, con la sua 56* edizione e le oltre 300 mila persone attese dal capoluogo meneghino, ciò che stupisce è l’incredibile affluenza da ogni parte del mondo per un evento ormai storico, ma che quest’anno fa della globalizzazione del made in Italy il suo vero marchio di fabbrica, più che in altre occasioni.

Un brand, quello della creatività tricolore, che ultimamente si è spinto anche oltre i confini del vecchio continente, approdando perfino in medio-oriente, in Iran, grazie alla maestria di Paolo Albano, architetto e designer pluripremiato, che proprio nell’ultimo periodo è stato scelto da Farid Ghasemil, un celebre progettista iraniano, per dare vita a The Spiral, il primo hotel aerodinamico a 5 stelle che si ergerà a Lahigian, una città turistica sul Mar Caspio. Un progetto ambizioso, inserito in un più ampio programma di rivalutazione del territorio da parte del governo di Teheran, che abbiamo voluto conoscere meglio proprio insieme al suo autore.

 

paolo-albano-architetto

Paolo Albano, architetto e designer

Albano in cosa consiste il progetto?
«L’idea vede un edificio a torre alta 140 metri affacciata sul mare con una superficie di 60 mila metri quadrati dove verranno dislocate 260 camere, otto ristoranti, quattro bar, due cinema, una palestra multipiano, una grande e affascinante piscina e un eliporto. La struttura aerodinamica sarà costituita da tre cilindri sfalsati che le daranno il movimento di una spirale da cui prende il nome anche l’albergo».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 123456

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.