JF per Severgnini: personal assistant da 12 anni, tutta WhatsApp e ICal

Vicino a un grande personaggio c’è un grande staff. Vicino a Beppe Severgnini c’è – 12 anni di collaborazione in questi giorni –  Jeanne Françoise Nyarwaya. È la sua PA, personal assistant: soprannome “JF”, sede di lavoro a Crema, casa nella stessa palazzina dove lavora. A lei, nata in Rwanda nel 1977, il secondo premio di assistente dell’anno (menzione “credibilità”) assegnatole da Secretary.it, la business community italiana.

Per la prima volta “JF” racconta di sé e di Severgnini, svelando le sue armi segrete: poche call, tanto WhatsApp e molto ICal, il calendario utilizzato dagli utenti Apple.

 

Jeanne Françoise Nyarwaya, com’è nato il rapporto lavorativo con Beppe Severgnini?

Jeanne Françoise Nyarwaya, assistente personale di Beppe Severgnini da 12 anni

Jeanne Françoise Nyarwaya, assistente di Beppe Severgnini

«Ho conosciuto Beppe Severgnini prima attraverso un suo libro (L’inglese, Rizzoli) e successivamente durante una giornata di orientamento post diploma alle superiori, organizzata da sua sorella che allora era la mia professoressa di inglese. Circa sei anni dopo, io mi ero laureata da poco, lui aveva appena aperto il suo ufficio a Crema e gli serviva un’assistente. Ne ha parlato con sua sorella che gli ha parlato di me. Diciamo che i pianeti erano allineati correttamente al momento giusto! Ci siamo quindi visti per un colloquio nell’ufficio appena aperto e la prima richiesta è stata: “Ok, prova a sistemare la libreria, usa il criterio che vuoi”, e lui ha tanti libri, ve lo assicuro!»

 

Cosa vi unisce?

«Direi che siamo entrambi precisi e ci piace viaggiare».

 

Cosa si impara a lavorare al fianco di Severgnini?

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 123

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.