La chiave del successo? La felicità. Porta al raggiungimento degli obiettivi

 

Quale visione deve portare nelle imprese il coaching aziendale?
«Se vogliamo raggiungere un obiettivo, innanzitutto, non dobbiamo lamentarci di quello che non abbiamo ancora ottenuto ma è necessario esprimere gratitudine e riconoscenza per quanto abbiamo avuto finora. Fuggire via da un qualcosa che non ci piace non è certo il presupposto per creare abbondanza e successo. Il compito del coaching aziendale è quello di sviluppare la mentalità dell’andare verso, non del fuggire da qualcosa. In secondo luogo, è importante che i lavoratori capiscano davvero cosa vogliono ottenere e si focalizzino su quelle doti e talenti che è necessario sviluppare per raggiungere quello specifico obiettivo».

 

Team building e relazione con gli altri: dove sta la chiave?

La chiave del successo? La felicità. Porta al raggiungimento degli obiettivi

All’interno del contesto aziendale è importante creare una dimensione gruppo

«All’interno del contesto aziendale è importante creare una dimensione gruppo. Intendo dire valorizzare ogni singolo individuo, comprendere le doti di ciascuna persona e, soprattutto, comprendere come riuscire a far focalizzare le persone sull’interazione reciproca positiva. Quando si deve far lavorare un gruppo a livello aziendale si deve partire dal presupposto che ognuno ha un suo vissuto (e non è detto che sia un vissuto positivo). Non dobbiamo, pertanto, sottolineare gli aspetti negativi di quel particolare vissuto quanto potenziare quelli positivi, a partire dall’interazione reciproca. Quindi, focalizzarsi sul positivo e ancorare le valutazioni presenti su qualcosa che dia gioia, felicità, positività e ottimismo: sono quegli elementi che ci fanno interagire meglio con gli altri».

@82valentinas

TORNA INDIETRO  >

Pagine: 123

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.