Migliorare l’armonia tra i dipendenti? Ci pensa il manager della felicità

manager-felicità-aziende-dipendenti-produttività

Migliorare l’armonia tra i dipendenti? Aumentare il benessere e la soddisfazione dei lavoratori? Ottimizzare performance e risultati? Evitare la fuga dei cervelli e dei migliori talenti? Nessun problema. Ci pensa il manager della felicità.

 

ARRIVA IL MANAGER DELLA FELICITÀ

Migliorare l’armonia tra i dipendenti? Ci pensa il manager della felicità

Arriva il manager della felicità

Dagli Stati Uniti (dove è già consolidata da anni) arriva sul mercato italiano una nuova figura professionale, il direttore della felicità che si declina principalmente in due job title sempre: Chief Happiness Officer e Leadership & Learning Manager. Il primo ha competenze e responsabilità tipiche dell’Hr manager e si occupa del monitoraggio e dell’incremento del livello di motivazione e soddisfazione dei lavoratori: la retribuzione varia dai 35mila ai 50mila euro). Il secondo si occupa di ideare e realizzare il piano di formazione di ciascun dipendente e i corsi necessari per tenere la forza lavoro sempre aggiornata: programma i percorsi di carriera e svolge i colloqui di assessment per scoprire i talenti nascosti e tenere sotto controllo l’umore dei dipendenti.

 

MIGLIORA L’ARMONIA TRA DIPENDENTI

«Diverse aziende italiane – spiega a La Repubblica Francesca Contardi, managing director di EasyHunters – si stanno attrezzando con l’istituzione di figure ad hoc nell’ambito delle risorse umane, impegnate ad ascoltare le richieste e le ambizioni dei dipendenti affinché ciascuno possa sentirsi in un ambiente di lavoro confortevole. Questa professione è destinata a diffondersi sempre più considerato che ormai non è più possibile puntare solo sugli incentivi economici, ma diventa indispensabile valorizzare soprattutto gli aspetti legati al worklife balance».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.