D’Ambrosio (PerFrutto): il futuro dell’agricoltura è tecnologico

perfrutto-startup-agraria-mele

L’innovazione tecnologica conquista anche il campo agrario. Lo testimonia il successo di PerFrutto, startup innovativa nata dopo anni di studi e ricerche messe a punto da docenti e ricercatori della facoltà di agraria dell’Università di Bologna. Questo nuovo progetto di innovazione tecnologica, nato per permettere di conoscere in anticipo la quantità di frutta prodotta, è stato ospitato su MamaCrowd, piattaforma di equity crowdfunding, ottenendo un notevole successo.

Lanciato a novembre, il programma di crowdfunding di PerFrutto ha già raggiunto e superato l’obiettivo minimo stabilito in 70 mila euro. Con 75 mila euro raccolti in meno di due mesi, PerFrutto si appresta a trovare nuovi soci e investitori, proseguendo il proprio overfunding.

Abbiamo chiesto a Oreste D’Ambrosio, CFO di PerFrutto di raccontare in cosa consista questa startup innovativa e quanto possano essere utili al settore agricolo le tecnologie.

 

PerFrutto è un’idea innovativa, Ci spiega come funziona?

«Fondamentalmente PerFrutto è information technology applicata alla frutticoltura: tramite questo servizio si può controllare il tasso di crescita dei frutti e avere previsioni sulla produzione. Con queste informazioni si ha un forte vantaggio competitivo, è possibile evidenziare problemi nelle performance di crescita e stroncarli sul nascere».

 

A chi è rivolto questo progetto di innovazione tecnologica?

perfrutto startup frutticoltura

Oreste D’Ambrosio, CFO di PerFrutto

«Gli utilizzatori sono molti: il singolo frutticoltore usa PerFrutto per avere un feedback chiaro e immediato sul potenziale produttivo e quindi ottimizzare le proprie produzioni. Il grosso gruppo produttivo e la cooperativa possono prevedere quantità prodotte e classi di pezzatura, informazioni utili per i reparti commerciali ma anche per migliorare la logistica. Infine i tecnici sfruttano queste informazioni per gestire al meglio le consulenze agronomiche ai propri clienti».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.