Pezzin (LVenture Group): così abbiamo portato Google e Cisco a investire sulle startup italiane

 

Quali sono oggi i settori dove le startup dovrebbero puntare?
«Nel belpaese le aree di possibile crescita sono tante: dallo sviluppo del CRM alla security, dell’intelligenza artificiale al b2b. Senza dimenticarsi poi del food e del settore delivery che in questo momento sono due veri e propri trend dell’innovazione tricolore. Alla fine, però, gli obiettivi in ogni campo di questa nuova generazione del business devono rimanere sempre: digitalizzazione, internazionalizzazione e semplificazione».

 

Sarà quindi questo il futuro della nuova industria 4.0?
«Non lo diciamo noi, lo dicono i fatti. In Italia gli investimenti nelle nuove idee sono la metà rispetto a quelli messi in campo in Spagna e un quarto di quelli olandesi e un ottavo di quelli francesi. Eppure il comparto tecnologico è forse l’unico che ha la forza di attivare questi processi per l’agevolazione della crescita imprenditoriale di un paese che sulla genialità delle sue invenzioni ha basato la propria cultura e la propria storia».

 

In che senso?
«Basti pensare ai due programmi che abbiamo sviluppato negli ultimi mesi con Google e Cisco. Due colossi a livello mondiale nel campo dell’IT che hanno scelto di investire nei loro rispettivi campi d’azione per trovare nuovi gruppi di lavoro che creassero davvero innovazione. Da una parte, così, abbiamo lo sviluppo del mobile con Android Factory e dall’altra la sicurezza digitale con il Cyber Security Challenge, che sta girando tutta l’Italia».

 

Due grandi progetti che si accostano ai due cicli standard di call per startup che attivate ogni anno…
«Esatto. Proprio in questi giorni, tra l’altro, e fino al 2 aprile, abbiamo aperto la possibilità di iscriversi al primo dei due cicli di call che ripetiamo ogni sei mesi. Un processo complesso e molto impegnativo nel quale selezioniamo un gruppo ridotto di startup da centinaia di candidature e che in cinque mesi dovrebbe portare questi progetti a svilupparsi nella loro interezza».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 1234

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.