Poche Pmi innovative in Italia? Colpa degli imprenditori che non conoscono le leggi

pmi-innovative-1

Da sempre le chiamiamo piccole e medie imprese. Rappresentano l’ossatura imprenditoriale del nostro Paese e in realtà definirle in maniera precisa e coerente è molto difficile. Sono dinamiche, leggere e flessibili, hanno svariati campi e settori di applicazione e, fino a qualche anno fa, in molti le identificavano più che altro come aziende di famiglia, con scarsa potenzialità di espansione internazionale, ma oggi non è più così. Anche il mercato italiano, infatti, si sta muovendo, cercando di evolversi per stare al passo con i tempi e queste Pmi da semplici modelli di business a basso profitto, si sono trasformate in Pmi innovative alla ricerca di valori come internazionalizzazione, digitalizzazione e new economy.

 

marco-allegrini

Marco Allegrini, Prof. di Economia aziendale all’Università di Pisa e coordinatore dell’Osservartorio nazionale sulle Pmi innovative italiane

Un cambiamento radicale, di cui anche il nostro governo si è accorto, creando addirittura un nuovo inquadramento legislativo e fiscale per queste entità e istituendo perfino un registro online che permettesse di mapparle. Tutti strumenti che la settimana scorsa hanno portato, a Roma, alla presentazione del primo concorso “Open Innovative PMI”, indetto da Bernoni Grant Thornton e rivolto alle Pmi innovative italiane, per l’appunto. Una categoria, sulla quale abbiamo voluto saperne di più insieme al Prof. Marco Allegrini, coordinatore dell’Osservatorio sulle Pmi innovative dell’Università di Pisa, che ci ha offerto uno spaccato esaustivo della situazione odierna di questo tipo di aziende presenti nel Belpaese e capaci di diventare anche veri e propri casi d’eccellenza del mondo del business come hanno dimostrato anche i tra vincitori del premio capitolino: Ecofly, Brainsigns e Viscount.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12345

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.