Rimettere al primo posto la famiglia, solo così il business diventa vincente

business-stress

Business, innanzi tutto. La giornata tipo di tanti imprenditori e manager è quasi stereotipata: ore e ore, dalla mattina presto fino a tarda sera, al lavoro per la propria azienda. Tempo per sè, e per la propria famiglia ridotto a un lumicino, soddisfazioni altalenanti e dipendenti dall’andamento del business stesso. Questo è il trend, ma è possibile riuscire a trovare vie alternative? 

È possibile riuscire a salvaguardare la propria sfera personale e nello stesso tempo continuare a portare avanti il proprio progetto di business? Secondo Dan Bogiatto e Jenny Perotti, marito e moglie, imprenditori con oltre 25 anni di esperienza nella formazione, è possibile. 

 

IL FALLIMENTO DELLA VITA DEDICATA AL BUSINESS

Il punto di partenza, dice Bogiatto, è proprio la constatazione che in questo mondo attuale «la produzione di denaro e il business siano prioritari rispetto alla famiglia e alla sfera privata. Prima di tutto fai soldi e poi, se rimane spazio, puoi stare con la famiglia e dedicare tempo a te stesso».

Secondo Bogiatto la situazione attuale è drammatica: dall’aumento delle separazioni a quello dell’uso dei farmaci antidepressivi, fino ad arrivare alla risicata media italiana di tempo trascorso coi propri figli, che si aggira intorno a soli 40 minuti, tutto contribuisce ad aumentare la frustrazione e il senso di fallimento. E in una situazione del genere, la propria attività ne risente e non decolla. È, nella maggior parte dei casi, un serpente che si morde la coda: si rincorre un’idea di business, si tralascia tutto il resto, rischiando di buttare l’unica vita che si ha e si fallisce.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.