Valentina Tosi in Quora: ecco la risposta rosa (per l’Italia) del social network delle domande di qualità

 

C’è una case study di successo che avete riscontrato in questi mesi?
«Ci preme avere persone esperte in diversi campi, ma non per forza devono essere influencer. Fra gli esperti, Tommaso Tosi, saggista in filosofia, scienze e tecnologia fondatore della comunità Filosofia e Scienza con 19000 membri, Marco Soscia, fotografo professionista, Erik Pillon, editore presso un sito divulgativo di matematica, Francesco Iovine, Ingegnere Meccanico, Davide Senesi, Executive Chef, Francesco Galvani, consulente di Marketing Strategico e autore di libri, Silvia Diverti, infermiera, Raffaele Gaito, imprenditore e startup mentor, Sandra Naggar, artista, Ciro Pellegrino, giornalista. Anche Satispay ha creato un account su Quora, i cui amministratori rispondono alle domande e alle curiosità degli utenti».

 

quora-3

Quora è stata fondata nel 2009 da Adam D’Angelo

Da donna quanto è difficile lavorare nel mondo della tecnologia?
«Non posso parlare per l’Italia perché mi sono affacciata al mondo della tecnologia solo quando ho deciso di trasferirmi all’estero, prima in Spagna e successivamente negli Stati Uniti. All’estero non ho mai avuto grosse difficoltà ad accedere alle posizioni che m’interessavano, le quali erano relazionate con il lancio e lo sviluppo di nuovi mercati. Come in tutte le cose, la chiave è dimostrare passione, impegno e costanza. È importante distinguersi pensando in maniera strategica, dimostrarsi flessibili e preparate ai cambiamenti, non aver paura a condividere le proprie idee e a far leva sui propri punti di forza, mettersi sempre in discussione accettando e cercando di migliorare i propri limiti. Fortunatamente nelle aziende in cui ho lavorato c’è sempre stata una forte meritocrazia e un buon bilanciamento tra uomini e donne, oltre che una grande apertura nei confronti delle donne, soprattutto in ruoli manageriali e di leadership. È comunque un dato di fatto che in tutto il mondo (purtroppo) esistano ancora dei grossi gap tra uomini e donne, in particolare in ruoli tecnico-scientifici e, come ogni donna, mi auguro che vengano superati al più presto».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12345

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.