Imprese manufatturiere ancora più snelle grazie al kanban elettronico

scorte magazzino

Il kanban, uno degli strumenti più intuitivi ed efficaci della lean organization, utilizzato per visualizzare e tenere aggiornata la situazione del magazzino scorte, è disponibile anche in versione elettronica (e-kamban) grazie alla soluzione Integrated Kanban System (IKS) sviluppata da Manufactus Gmbh e distribuita in Italia dalla società di consulenza Gianesin Canepari & Partners (GC&P). Attualmente IKS è uno dei pochi software a livello mondiale che permette di raggiungere una completa integrazione con i fornitori, governando un intero sistema produttivo organizzato in maniera pull, gestendo la produzione interna e il rapporto con i fornitori in maniera flessibile e rapida.

 

IL CASO SISMA
fig1

Da sinistra: Filippo Magnaguagno, consulente – Federico Iacovella, Direttore Operations di Sisma Group – Nicola Rigobello, senior consultant di GC&P

Tra le prime realtà italiane ad aver adottatto l’e-kanban figura Sisma Spa, pmi con sede a Piovene Rocchette (Vicenza), specializzata nella progettazione e produzione di macchine ad altissima precisione basate sulla tecnologia laser: sistemi laser di saldatura, marcatura, manifattura additiva. Punto di forza dell’azienda, che opera sui mercati internazionali, è la capacità di creare prodotti innovativi, all’avanguardia e di qualità per soddisfare le più diverse richieste. L’ultima frontiera a cui guarda Sisma è quella della stampa 3D per la resina.

 

TOYOTA HA FATTO SCUOLA

«Crescere, e velocemente – afferma Dino Micheletto, Ceo di Sisma – è possibile solo con un’organizzazione adeguata. Per questo abbiamo deciso di portare nella squadra Sisma Federico Iacovella, ingegnere che proveniva dal settore automotive, dove la lean è nata e si è diffusa maggiormente. Uno specialista che ha sposato la filosofia del metodo Toyota, e che con grande determinazione si è apprestato ad introdurla in azienda. La lean non si fa per obbedienza, ma serve un gruppo di lavoro convinto che abbracci il cambiamento.» La squadra Sisma è giovane, con un’età media attorno ai 35 anni, e preparata (solo il 17% non ha un diploma superiore, e il 27% degli addetti è laureato) con una prevalenza di white collar (80%), come ci si aspetta da un’azienda ad alto componente di tecnologia. Nel 2011 Sisma ha iniziato con il kanban a cartellini e solo dopo aver bene assimilato il metodo, nel 2014 è passata al kanban elettronico IKS, con la collaborazione dei consulenti GC&P. La crescente complessità richiedeva infatti di migliorare ulteriormente il flusso delle informazioni eliminando gli sprechi. Oggi sono gestiti con il kanban meno di 100 prodotti, su diverse migliaia, ma si tratta di una scelta precisa nel voler gestire con questo sistema solo elementi di grande valore, o di ingombro importante o di particolare criticità, che comportino quindi la necessità di un accordo particolare e di continuità di partnership col fornitore. Il sistema virtuoso coinvolge anche i fornitori, che nel tempo si sono adeguati alla nuova metodologia di lavoro.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.