Competenze comportamentali: così sartoria Canali veste il mondo

canali-sartoria

Le chiamano competenze comportamentali. Sono quelle qualità necessarie per districarsi nel mercato globale. Lo sanno bene a Canali, l’azienda di Sovico in Lombardia fondata nel 1934 e dedicata alla sartorialità maschile. Oggi impiega 1.800 persone tra Europa, Stati Uniti, Hong Kong e Cina. BiMag ha chiesto a Matteo Bondavalli, group hr & organization director, di spiegare come sia possibile coordinare una forza così ampia, sparsa in ogni angolo del globo.

 

Matteo Bondavalli, Italia, Europa, Russia, Usa, Canada, Medio Oriente, Cina, India e Oceania: cos’ha permesso a Canali di espandersi nel mondo?

Matteo Bondavalli, group hr di Canali

Matteo Bondavalli, responsabile hr di Canali

«Sono molti i fattori, anche legati alle caratteristiche degli esponenti della famiglia Canali che si sono resi protagonisti dello sviluppo dell’azienda negli anni. Un fattore molto importante è sicuramente stato il saper trasmettere la fiducia nella qualità e il valore intrinseco del prodotto Canali ai diversi mercati. Con riferimento alle risorse umane da inserire in azienda, cerchiamo sempre di scegliere quelle che riteniamo siano in grado di trasferire al mercato la complessità, la passione e il “calore” che si celano dentro ogni singolo capo Canali. Naturalmente, si cerca e si riconosce la competenza tecnica richiesta per i singoli ruoli, ma riserviamo molta attenzione alle competenze comportamentali, che assumono un valore sempre più irrinunciabile, non solo in posizioni a elevato grado di responsabilità. Le competenze comportamentali sono, infatti, quelle che consentono di affrontare le complessità di un mercato che cambia con velocità sempre maggiore. Esistono programmi formativi sistematici, orientati all’acquisizione o miglioramento di competenze, sia tecniche che comportamentali.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.