Speak English: come superare la paura in pubblico in soli 10 passi

inglese-speaking

Speak English, che dolori, almeno per gli italiani. Sì perché – spiega  Robin Motheral, docente di ABA English – «al confronto di altre nazionalità, gli italiani hanno più paura di parlare in inglese». Ecco come acquisire dimestichezza secondo ABA English, startup atipica, che dal 2013 propone una metodologia unica basata sull’apprendimento contestuale, trasportando all’ambiente digitale i principi dell’apprendimento naturale e intuitivo della lingua madre.

 

REGOLA 1: SPEAK ENGLISH: CONOSCERE LA PROPRIA PAURA

Come per qualsiasi altra paura, prima di affrontarla è necessario comprendere le ragioni che impediscono di parlare inglese in pubblico. Occorre provare a sbloccarsi e non temere di fare errori, perché si impara soprattutto da quelli.

 

REGOLA 2: NON PARAGONARSI AGLI ALTRI

Non perdere tempo a guardare quanto bene o male parlano inglese gli altri. Ogni persona è unica e ha tempi e modi di apprendimento diversi. È importante concentrarsi invece su come migliorarsi.

 

REGOLA 3: CONVERSARE IN INGLESE DA SOLI

Non c’è modo migliore di conoscere i propri difetti che mettersi davanti a uno specchio. Conversare in inglese da soli aiuterà a capire quali sono le qualità e i punti deboli. Solo così si saprà su quale aspetto si dovrà lavorare di più. Porsi delle domande in inglese varie volte al giorno e rispondersi da soli accelera la fase di apprendimento.

 

REGOLA 4: ALL’INIZIO NON DARE TROPPA IMPORTANZA ALL’ACCENTO

Senza dubbio la fonetica inglese è molto importante, ed è essenziale conoscere la pronuncia di ogni parola. All’inizio però è ancora più importante capire e farsi capire. Non ha senso cominciare a costruire una casa dal tetto; quando si avrà acquisito una buona padronanza della lingua, si potrà scegliere l’accento che piace di più.

 

REGOLA 5: ASCOLTARSI

Registrarsi mentre si parla inglese e ascoltarsi varie volte. All’inizio può sembrare un esercizio noioso o perfino imbarazzante, ma la ripetizione è il metodo migliore per rendersi conto degli errori ed evitare di commetterli di nuovo.

 

REGOLA 6: TROVARE UN AMICO CON CUI PARLARE INGLESE

Cercare un amico o un conoscente con cui poter parlare solo in inglese e che ci accompagni nell’avventura di migliorare la lingua parlata e tenere alta la motivazione.

 

REGOLA 7: DIALOGHI  ONE TO ONE

Quando ci si trova in un gruppo di madrelingua, la conversazione tende a farsi subito veloce e complicata. Per superare la paura di parlare inglese con i propri tempi, è importante concentrarsi sulle conversazioni con una sola persona che sia disponibile a correggerci quando necessario.

 

REGOLA 8: PENSARE IN INGLESE

Facile a dirsi, e meno difficile a farsi di quanto sembri. Uno dei problemi principali degli italiani quando parlano inglese è pensare in italiano ciò che vogliono dire, per poi tradurlo in inglese. Prima di intavolare qualsiasi tipo di conversazione, bisognerebbe invece iniziare a pensare quello che si vuol dire direttamente in inglese.

 

REGOLA 9: RENDERSI CONTO DEL PROPRIO PROGRESSO

A volte, la paura di parlare inglese deriva da una scarsa autostima. Per questo è importante rendersi contro dei progressi, essere positivi e immaginare che già a metà strada si avrà già una buona padronanza della lingua. Pensare positivo aiuta ad arginare il pessimismo e tenere a freno l’ansia da prestazione.

 

REGOLA 10: INGLESE TUTTI I GIORNI

Ascoltare la radio o i podcast, guardare notizie o video su Youtube, rilassarsi sul divano con la serie o film preferiti… ma in inglese. Fare in modo che questa lingua universale diventi parte della vita quotidiana per acquistare fiducia in qualsiasi momento. Così ci prepariamo al giorno in cui dovremo per forza di cose parlare in inglese.

@BusinessPmi

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.

Gli articoli Promoted post sono scritti direttamente dai nostri sponsor, che possono così condividere su BiMag informazioni e opinioni.

Se ti interessa proporre la tua azienda, clicca qui: sarai ricontattato dal nostro ufficio marketing.