Tidei (Osteria Margutta): così ho conquistato Woody Allen

To-Rome-with-Love-Woody-Allen-Roma-Osteria-Margutta

All’Osteria Margutta, storico locale di Roma in attività dal 1965, può capitare di tutto: di incontrare Woody Allen, piuttosto che Meryl Streep, Cameroon Diaz, Mel Brooks e tanti altri.

A due anni dall’uscita di To Rome with love, firmato dal regista statunitense, Bimag ha chiesto al titolare Andrea Tidei di raccontare – in due puntate – i segreti dei 68 coperti a due passi da Piazza di Spagna: appuntamento speciale, ogni venerdì, fino al 31 marzo 2017 con le serate dedicate alla buona musica jazz e al buon cibo.

 

Andrea Tidei, partiamo da un nome celebre, Woody Allen. Come nacque il vostro incontro?

«Ricordo un gesto, in particolare. Di fronte al nostro ristorante, unendo il pollice con l’indice alle loro estremità, Woody Allen imitò la macchina da presa. Guardandoci attraverso, inquadrò il ristorante e disse “We get it!” Così scelse l’Osteria Margutta per una scena esterna del suo film To Rome with love».

 

Cosa le disse allora, nel 2011?

Andrea Tidei, titolare dell’Osteria Margutta di Roma

Andrea Tidei, titolare dell’Osteria Margutta di Roma

«Ebbi modo di scambiare con lui solo poche parole durante la cena. Fu una breve conversazione ma interessante! E interessante fu vedere tutta sua la troupe a lavoro. Una macchina perfetta! In seguito chiesi al suo aiuto regista, per non disturbare il maestro, se ci autorizzava a dedicargli una delle nostre sedie. È nostra tradizione dedicare con una targhetta in ottone una sedia dell’Osteria Margutta ai nostri ospiti più illustri che si dimostrino entusiasti del nostro locale o che tornino ripetutamente a trovarci. Chiaramente le targhette sono tutte autorizzate da colui a cui vengono dedicate. Non ci basta ricevere la visita di una persona importante per dedicargli una sedia. Sarebbe facile e avremmo più sedie di quante il ristorante ne richieda».

 

Dunque, come andò a finire con la sedia dedicata ad Allen?

La sedia dedicata a Federico Fellini all'Osteria Margutta di Roma

La sedia dedicata a Federico Fellini all’Osteria Margutta di Roma

«L’anno successivo venne nuovamente a cena e ci chiese se gli avevamo dedicato la sedia. L’aiuto regista lo aveva avvertito. Io avevo la targhetta pronta ma non avendo avuto alcuna autorizzazione non l’avevo attaccata alla sedia. Lui apprezzò molto questo e finalmente ci dette l’autorizzazione ad apporre la targhetta con il suo nome sulla sedia. Oggi quella sedia dedicata a Woody Allen accomoda molti clienti all’Osteria Margutta insieme a quella di Federico Fellini, Giulietta Masina, Edoardo de Filippo, Pupella Maggio, Don Lurio e molti altri».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.