A the Micam scarpe senza sesso: le calzature Rossi vanno oltre gli schemi

La scarpa non ha sesso. Lo dice la pubblicità della collezione autunno-inverno delle calzature Rossi: protagoniste una modella e le scarpe vintage maschili dell’azienda di Montegranaro.

«Volevamo rompere con lo schema classico uomo-donna – racconta Marco Rossi dalla provincia di Fermo, titolare dell’impresa con 30 dipendenti e da 60 mila scarpe all’anno di fascia alta –. Lo abbiamo fatto abbinando l’immagine della bellezza femminile alle linee maschili, in stile inglese, delle nostre calzature».

Il risultato è spiazzante, così come sorprendente è la storia del brand Rossi, in mostra a the Micam in programma dal 17 al 20 settembre 2017.

 

30 ANNI DI CALZATURE ROSSI, CLASSICHE E GIOVANI

Marco Rossi mostra le calzature Rossi, in mostra a the Micam 2017

Marco Rossi mostra le calzature Rossi, in mostra a the Micam 2017

«Siamo nati nel 1987 – spiega Marco mostrandoci lo showroom marchigiano di 300 metri quadrati con vendita diretta –, come passo ulteriore di un’azienda calzaturiera attiva nelle Marche dal 1976 nella produzione artigianale. L’azienda Rossi fu stata registrata il 19 gennaio 1987, giorno della mia nascita. Da allora non abbiamo smesso di evolverci, ricercando nuovi materiali e combinazioni».

Collezione doppia per l’impresa a conduzione familiare: proposta classica con linee rigorose e semplici ma eleganti e raffinate, affiancata dalla proposta giovane in stile “easy & casual” con linee morbide, fibbie o piccole borchie.

 

COLORI DELLA NATURA PER LA COLLEZIONE ESTIVA A THE MICAM

La pubblicità della collezione autunno-inverno delle calzature Rossi

La pubblicità della collezione autunno-inverno delle calzature Rossi: una modella promuove le scarpe da uomo

Colori scuri per le collezioni invernali, colori chiari per quelle estive. Come quelli della collezione “urbana” che l’azienda Rossi presenterà a the Micam a Fiera Milano Rho: «Porteremo in mostra scarpe estive con i colori della natura, dal verde chiaro al marrone “effetto legno”. Minimo comune denominatore l’effetto “vintage”, ottenuto lavando la suola, così che essa assuma un aspetto invecchiato e allo stesso tempo raffinato». Pregiati i materiali utilizzati, per lo più vitelli di origine italiana e francese: «Il risultato – prosegue Marco – è un prodotto che possa essere calzato da chi ama uno stile curato e che voglia abbinare un paio di scarpe di classe a un jeans sfibrato».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.