Expo Dubai 2020 una vetrina per il Made in Italy: già pronte 800 aziende

expo-dubai-made-italy-aziende-italia

Una vetrina internazionale per il Made in Italy: sono già 800 le imprese italiane in campo per Expo Dubai 2020, che si terrà negli Emirati Arabi Uniti, dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile del 2021.

 

EXPO DUBAI VETRINA PER IL MADE IN ITALY

Expo Dubai 2020 una vetrina per il Made in Italy: già pronte 800 aziende

Expo Dubai 2020 una vetrina per il Made in Italy

«L’Expo Dubai 2020 – commenta al Corriere della Sera il commissario generale per l’Italia, Paolo Glisenti – sarà una vetrina straordinaria per il sapere italiano e il meglio del Made in Italy. Non possiamo farci scappare un’area strategica, in forte sviluppo, visto che i Paesi del Golfo stanno accelerando la diversificazione delle loro economie dal petrolio». D’altro canto, i numeri sono chiari: per l’esposizione sono attesi oltre 25milioni di visitatori, per il 70% provenienti al di fuori dell’area araba, soprattutto persone tra i 35 e i 40 anni di età.

 

 

GIÀ PRONTE 800 IMPRESE ITALIANE

«A oggi – continua Glisenti sul quotidiano di via Solferino – quasi 800 imprese italiane si sono già registrate sulla piattaforma per commesse di beni e servizi. Non solo le grandi aziende ma soprattutto le piccole e medie (70%)». L’area espositiva si sviluppa vicino al nuovo aeroporto internazionale di Dubai (il sito è due volte e mezzo la superficie scelta da Milano per Expo 2015. Il tema dell’evento è l’innovazione nel futuro: Connecting the minds, creating the future il titolo dell’esposizione.

 

L’INNOVAZIONE NEL FUTURO

«La connessione tra le menti diventa una risorsa – conclude Glisenti – . E creatività, connessione e conoscenza saranno il filo conduttore della partecipazione italiana. Creatività è capacità di collegare culture e saperi diversi, è innovazione della diplomaziona, in tutte le sue forme: economica, culturale, educativa e informale».

@82valentinas

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.