Huawei parla (anche) lombardo: un centinaio di brevetti sono nati a Segrate

huawei-segrate-centro-ricerca-italia-cina

Huawei parla lombardo: oltre un centinaio di brevetti del colosso cinese di Shenzhen nascono a Segrate, alle porte di Milano.

 

HUAWEI PARLA LOMBARDO

Huawei parla (anche) lombardo: un centinaio di brevetti sono nati a Segrate

Huawei parla (anche) lombardo: un centinaio di brevetti sono nati a Segrate

È qui che si trova il centro ricerche italiano della multinazionale cinese, vicino a grandi nomi come Alcatel (a Vimercate), Nokia Siemens (a Cassina de’ Pecchi) ed Ericsson a Vimodrone. A Segrate Huawei si sviluppa in una struttura che occupa duemila metri quadrati disposti su due piani. «Huawei questo centro avrebbe potuto farlo solo qui o in Giappone a Tokio oppure in Svezia, vicino a Ericsson». A dirlo a Il Sole 24 Ore è Renato Lombardi, 53 anni, alla guida del centro ricerche Huawei di Segrate. È uno dei 20 fellow di Huawei: «Nella sede centrale a Shenzhen c’è una mia gigantografia alle pareti. Sono una delle sette persone che incarnano i core value di Huawei; le altre sono cinesi» racconta Lombardi sulle pagine de Il Sole 24 Ore.

 

I BREVETTI NASCONO A SEGRATE

L’Italia rappresenta per Huawei il secondo mercato mondiale nel consumer, dopo la Cina. Non è un caso, dunque, la scelta del BelPaese come piazza dove stabilire un centro ricerca specializzato sul microwave, le microonde. Nella struttura di Segrate lavorano cento addetti: il loro compito è quello di perfezionare i ponti radio per le reti mobili oltre allo studio delle possibilità di sfruttamento di altissime frequenze (90 e 150 Ghz). Lungo la Penisola, Huawei collabora con 14 università. «Lavoriamo su tutto quello che serve al mondo wireless per le altissime frequenze. Se si ha bisogno di molta capacità, e servirà molta capacità già ora per supportare i 10 o 20 giga al secondo del 5G, ci sarà bisogno di spettro» spiega Lombardi.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.