Gruppo Mastrotto sfida la Brexit: hub pelle nella Londra più trendy

Il gruppo Mastrotto sfida la Brexit: via all'hub della pelletteria a Londra nel quartiere Shoreditch

Il gruppo Mastrotto sfida la Brexit: via all’hub della pelletteria a Londra nel quartiere Shoreditch

Mastrotto, primo gruppo conciario in Europa con quartier generale ad Arzignano nel Vicentino, ha deciso di mettere radici nel quartiere londinese della moda e dell’arte: a Shoreditch ha aperto il Leather fashion hub con l’obiettivo di espandersi sul mercato inglese nei settori della pelletteria e delle calzature.

 

DA GRUPPO MASTROTTO NESSUNA PAURA DELLA BREXIT
Mastrotto sfida la Brexit: hub a Londra

23 giugno 2016: al referendum sulla Brexit ha vinto il sì

Nessun paura, dunque, della Brexit, anche dopo l’annuncio del primo ministro Theresa May di fare appello all’articolo 50 del trattato di Lisbona affinché il Regno Unito esca dall’Unione Europea entro il mese di marzo 2017.

Una scelta, quella del colosso veneto nella lavorazione delle pelli bovine, che ne conferma la solidità: con oltre 2.200 dipendenti in tutto il mondo, 20 stabilimenti tra produzione e logistica in Italia e all’estero, e la presenza commerciale in 110 Paesi, l’azienda italiana è stata premiata da Coach, principale gruppo americano di accessori in pelle, come migliore fornitore di pellami (best leather supplier) a livello globale in occasione del Supply chain leadership meeting tenutosi in Vietnam all’inizio del 2016.

 

A LONDRA PER FARE RETE CON I FASHION DESIGNER
Nel quartiere della moda londinese il nuovo hub di Mastrotto

Nuovo hub della pelle a Londra per Mastrotto: +10% fatturato nel 2015

«Inaugurando il Leather fashion hub a Londra – spiega il presidente Chiara Mastrotto – Gruppo Mastrotto ha scelto di compiere un ulteriore investimento in un mercato, quello inglese, di assoluto appeal internazionale, dove vogliamo entrare in modo permanente quale partner strategico dei nostri clienti attuali e potenziali». Nel 2015 Gruppo Mastrotto ha registrato un aumento sul fatturato 2014 del 10%, pari a 42 milioni di euro, per un totale di 462 milioni di euro. Gli investimenti industriali e commerciali sono stati di 20 milioni di euro pari al 4,4% del fatturato complessivo.

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 12

Bimag QUOTES

1 / 20
2 / 20
3 / 20
4 / 20
5 / 20
6 / 20
7 / 20
8 / 20
9 / 20
10 / 20
11 / 20
12 / 20
13 / 20
14 / 20
15 / 20
16 / 20
17 / 20
18 / 20
19 / 20
20 / 20

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.