Efficienza energetica, fondi da Lombardia e Piemonte. Alens: 5% di saving

efficienza-energetica-con-Alens

Le stime di Enea segnalano come la diagnosi energetica e l’eliminazione degli sprechi portino a un risparmio in bolletta pari al 5 per cento. Dallo scorso 28 settembre è possibile presentare in Lombardia e Piemonte le domande di finanziamento per la realizzazione delle diagnosi energetiche e per l’adozione di sistemi di gestione dell’energia conformi alle norme ISO 50001: i fondi coprono il 50 per cento dei costi sostenuti dalle piccole e medie imprese.

Alens, da anni in prima linea nel settore efficientamento energetico, offre un servizio completo di energy management, dalla diagnosi energetica all’implementazione di un sistema di gestione dell’energia: rivolgendosi ad Alens le aziende possono inviare, gratuitamente, le domande di contributo regionale, a fronte di un impegno delle stesse aziende di affidare l’incarico ad Alens, una volta ottenuta l’assegnazione del contributo. Ne parliamo con i soci fondatori di Alens, gli ingegneri Davide Mariani e Paolo Guardamagna.

 

Qual è lo stato dell’arte dell’efficienza energetica del comparto industriale italiano?

I dati sull’energy efficiency report del Politecnico di Milano segnalano per il 2015 un trend positivo per quanto riguarda gli investimenti

I dati sull’energy efficiency del Politecnico di Milano segnalano per il 2015 un trend positivo per quanto riguarda gli investimenti

«I dati sull’energy efficiency report dello scorso giugno, diffusi dall’energy and strategy group del Politecnico di Milano, segnala per il 2015 un trend positivo per quanto riguarda gli investimenti per comparti, settori e tecnologie. Per quanto riguarda quello industriale, i settori della carta, dei prodotti per l’edilizia, del vetro e della ceramica risultano avere una forte propensione all’efficienza. Nel terziario la gdo ha investito complessivamente 77,6 milioni di euro contro i 54 milioni del comparto alberghiero, con un indice di propensione all’efficienza energetica piuttosto ridotto (pari alla metà di quello della carta): l’illuminazione (38,7 milioni investiti), la refrigerazione (12,6 mln), i motori elettrici (5,8) e gli inverter (4,3) coprono circa l’80% del volume d’affari totale».

CONTINUA A LEGGERE QUESTO ARTICOLO  >

Pagine: 123

Restiamo in contatto

Vuoi essere aggiornato su finanziamenti e opportunità di business in Italia e nel mondo? Iscriviti alle newsletter di BiMag.

Gli articoli Promoted post sono scritti direttamente dai nostri sponsor, che possono così condividere su BiMag informazioni e opinioni.

Se ti interessa proporre la tua azienda, clicca qui: sarai ricontattato dal nostro ufficio marketing.